[GENI INCOMPRESI ALL’OPERA…]

курсы_строительство

Qualche giorno fa mi è capitata un’esperienza davvero insolita…

Che poi, in realtà – e te lo confermo con rammarico – sta diventando davvero comune.

Un mio collega, dovendosi occupare di Sicurezza sul Lavoro, mi ha chiesto una consulenza.

Non sto qui a scendere nei dettagli – non perché il caso non meriti approfondimenti, ma semplicemente voglio andare dritto al punto!

Ti scrivevo quindi del mio collega e della sua preoccupazione sulla redazione di un Piano di Sicurezza e Coordinamento per la realizzazione di un Villaggio Turistico.

 

Bene, penserai tra te e te, sicuramente la consulenza sarà rivolta ad una problematica particolare in riferimento al cantiere (scelte progettuali e organizzative, o qualche prescrizione operativa), vista l’entità dell’opera da realizzare…

 

Invece no! Ti spiego meglio.

 

La sua preoccupazione sorgeva da un’animata discussione con un altro ingegnere.

Hai presente quel classico tecnico che vanta la sua millenaria esperienza nel Settore della Sicurezza?

Sì, proprio quello che fa Piani di Sicurezza per appalti dai milioni di euro e quindi, solo per questo, DEVE essere inconfutabile dall’alto della sua professione!

 

Ti sembra che stia facendo un po’ di sarcasmo, vero?! Hai capito bene!

 

Perché, vedi, il grande “esperto di Sicurezza sul Lavoro” in questione ha consigliato al mio collega – e anche stavolta sto facendo un’amara ironia – che per fare un Villaggio Turistico, o una qualunque costruzione, non è necessario indicare nel P.S.C. l’entità del cantiere, ovvero quanti uomini-giorno necessitano, e non è neanche necessario indicare quelle che saranno le imprese e i lavoratori autonomi previsti e presenti in cantieri. Per non parlare della stima dei costi della sicurezza che secondo il suo modus operandi si fa semplicemente considerando una percentuale sull’importo totale dei lavori (e non con un computo analitico fatto in base alle lavorazioni da eseguire)

Insomma, secondo il nostro “esperto” per fare Sicurezza nei Cantieri basta redigere un P.S.C. generico, lasciando spazi vuoti e imprese in incognito.

Sì, insomma, a cosa serve sapere quante imprese e lavoratori autonomi saranno effettivamente presenti in cantiere e se sono qualificati, e quali sono i reali costi della sicurezza?!

Del resto il P.S.C. è solo un documento da avere in cantiere ed il Coordinatore ha l’unico obbligo di redigerlo.

Per non parlare dell’obbligo di trasmissione della Notifica Preliminare!

Ma sì, se il P.S.C. è carta da conservare, quale importanza potrebbe poi avere una Notifica Preliminare??!

 

Ovviamente, “l’esperto” non conosce che esiste una normativa che spiega dettagliatamente e chiaramente quali sono le Responsabilità, gli Obblighi e le relative Sanzioni per TUTTI gli attori della Sicurezza (Committente, Datore di Lavoro, Coordinatore in Fase di Progettazione e di Esecuzione)!!!

 

Questa mancata conoscenza  – per non dire altro – dipende evidentemente dalla scadente qualità della sua Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro!

Ecco, la normativa in questione è il Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro (D. Lgs 9 aprile 2008, n. 81).

 

Sì, lo so, ti starai chiedendo: ma se un tecnico che vanta anni di esperienza e appalti da diverse centinaia di migliaia di euro non conosce ancora la normativa come faccio io per la mia Formazione Professionale???

 

Non preoccuparti…

La Formazione Professionale Certificata te la diamo NOI!

Mi raccomando però… Non affidarti ad un centro di formazione qualunque, o, ancora peggio, ai corsi di formazione online – insomma, non fare come “l’esperto” di turno!

Vuoi distinguerti dalla massa e diventare un vero Specialista nel Settore della Sicurezza sul Lavoro?

Allora non esitare, visita SUBITO il nostro sito internet ( >>clicca qui<< ) e iscriviti senza indugi al miglior corso di Coordinatore per la sicurezza in aula!

 

Ah, quasi dimenticavo!

 

Il P.S.C. del Villaggio Turistico ovviamente alla fine l’ho fatto io, con buona pace del “genio” 😉

 

Ci vediamo al corso!

Buona Formazione 🙂